UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
terzomillennio.uil.it

Decreto Aiuti 2022: pubblicata la legge di conversione. Ulteriori misure

29/07/2022

 

 

È stato approvato in via definitiva il DDL di conversione, con modificazioni, del DL Aiuti n. 50/2022.


Il Decreto Aiuti, convertito definitivamente nella Legge 15 luglio 2022, n. 91, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 164/2022, entra dunque in vigore e oltre a confermare una serie di misure ne introduce ulteriori a sostegno di famiglie, imprese e lavoratori.


Si ricorda, infatti, che già all’interno del Decreto Aiuti (art. 32, DL 17 maggio, n. 50), in vigore dal 18 maggio, era stato previsto un bonus una tantum di 200 euro rivolto ai lavoratori dipendenti, ai pensionati, ai percettori di NaspI, Discoll e DS Agricola, nonché ai nuclei familiari beneficiari di Reddito di Cittadinanza e in favore di altri soggetti.


Con la conversione in legge del Decreto, tra le novità in materia di bonus sociali e indennità, viene ora introdotta una norma che riguarda i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale (art. 2 bis). 


Nello specifico, per il 2022, è attribuita un’indennità una tantum di 550 euro ai lavoratori dipendenti di aziende private titolari di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale nell’anno 2021 che preveda periodi non interamente lavorati di almeno un mese in via continuativa e complessivamente non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane. I lavoratori, alla data della domanda, non devono essere titolari di altro rapporto di lavoro dipendente ovvero percettori di NASpI o di un trattamento pensionistico.


L’indennità non concorre alla formazione del reddito ed è erogata dall’INPS una sola volta nel rispetto dei limiti di spesa.


Per le modalità di erogazione bisogna, però, attendere le istruzioni operative dell’INPS.