UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
terzomillennio.uil.it

Pensionati all'estero. Inizia la seconda fase di accertamento dell'esistenza in vita

08/09/2022

 

 

Prenderà avvio il 14 settembre la seconda fase delle verifiche di esistenza in vita per i pensionati che riscuotono all’estero le prestazioni pensionistiche. Coinvolte Europa, Africa e Oceania.


Sono arrivate dall’INPS, con il messaggio n. 3286 del 6 settembre scorso, le istruzioni per l’avvio della seconda fase dell’accertamento dell’esistenza in vita per i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania, a esclusione dei Paesi scandinavi e dei Paesi dell’Est Europa già interessati dalla prima fase di verifiche (leggi la notizia).


Dal prossimo 14 settembre, quindi, Citibank curerà l’invio delle richieste di attestazione di esistenza in vita nei confronti di questi pensionati, che dovranno essere restituite alla Banca entro il 12 gennaio 2023.


La mancata produzione dell’attestazione nei termini previsti comporterà il pagamento in contanti della rata di febbraio 2023, laddove possibile, presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale o produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 febbraio 2023, il pagamento della pensione sarà sospeso a partire dalla rata di marzo 2023.

 

 

Gli uffici del Patronato ITAL all’estero forniscono assistenza ai pensionati interessati dalla verifica dell’esistenza in vita.


Trova la sede ITAL >>>

 

 

 

 

 

(Foto © Pixels Hunter - stock.adobe.com)