UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
terzomillennio.uil.it

Assegno unico universale, i dettagli nella nuova circolare INPS

14/02/2022

 

 

Con la circolare n. 23/2022 arrivano nuove istruzioni dall’INPS sull’assegno unico universale, a poche settimane dall’entrata in vigore della misura.

 


Dal 1° marzo 2022 entrerà in vigore l’assegno unico universale per i figli a carico: il beneficio economico mensile erogato dall’INPS, su domanda delle famiglie, per il periodo compreso tra marzo di ciascun anno e il mese di febbraio dell’anno successivo.

 

Nella nuova circolare INPS del 9 febbraio scorso, n. 23, l’Istituto ha fornito ulteriori chiarimenti sull’ambito di applicazione dell’assegno, sui requisiti per accedere al beneficio, sulle modalità e sui termini di presentazione della domanda.

 

L’assegno unico andrà a sostituire tutti i benefici a sostegno della genitorialità e della famiglia (come il premio alla nascita, l’assegno di natalità, gli ANF e le detrazioni per i figli a carico al di sotto dei 21 anni) ad eccezione del bonus asilo nido.

 

L’importo è legato alla condizione economica del nucleo familiare, in base all’indicatore ISEE (va da un massimo di 175 euro mensili per ciascun figlio minore a carico con ISEE fino a 15mila euro, a un minimo di 50 euro in assenza di ISEE o con ISEE oltre i 40 mila euro).

 

Per le domande presentate entro il 30 giugno 2022, l’assegno è riconosciuto a decorrere dal mese di marzo 2022. Per le richieste presentate successivamente, quindi a partire dal 1° luglio in poi, la prestazione decorrerà dal mese successivo a quello della domanda stessa.

 

 

Vuoi saperne di più sull’assegno unico universale? Leggi la scheda ITAL >>>

 

 

Vieni all’ITAL per avere tutte le risposte e l’aiuto che ti occorre per presentare la domanda di assegno unico e universale.

L’importo dell’assegno unico e universale è determinato sulla base dell’ISEE 2022 (importo progressivo in base alla fascia di ISEE corrispondente). In assenza di ISEE o con ISEE superiore a 40mila euro spetta la misura minima. Pertanto, al fine di ricevere il corretto importo spettante rivolgiti al CAFUIL per ottenere l'ISEE.

 

 

 

(Foto © Артем Постоев - stock.adobe.com)