UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
UILWEBTV

Bonus baby-sitting e servizi per l'infanzia: al via le domande

08/06/2020

 

È avviata la procedura per la presentazione delle domande per i nuovi bonus per servizi di baby-sitting e per la comprovata iscrizione ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia, introdotti dal DL n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio).

 

Lo comunica l’INPS, con il messaggio n. 2350 del 5 giugno 2020, fornendo indicazioni sulle modifiche apportate.

 

Il Decreto “Rilancio” ha previsto che, in presenza dei requisiti previsti, possano essere erogati “uno o più bonus” per l’acquisto di servizi di baby-sitting dal 5 marzo fino al 31 luglio 2020.

 

Ha introdotto, inoltre, la possibilità di scegliere, per una parte o per tutto l’importo complessivamente spettante dei bonus (con esclusione di quanto già richiesto con la domanda di bonus baby-sitting COVID-19 mediante Libretto Famiglia), di una somma in caso di comprovata iscrizione ai centri estivi/ai servizi integrativi per l’infanzia, che verrà accreditata direttamente al richiedente, per il periodo dalla chiusura dei servizi educativi scolastici al 31 luglio 2020.

 

Il “bonus” non può essere fruito per gli stessi periodi per i quali è stato rimborsato il “bonus asilo nido”.

 

L’importo da utilizzare per queste prestazioni sale fino ad un massimo di 1.200 euro per i dipendenti del settore privato, per gli iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, per gli autonomi iscritti all’INPS, per gli autonomi iscritti alle casse professionali. Aumenta fi­no a 2.000 euro per i dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, e per i lavoratori del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, impegnati per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica.

 

Si conferma l’alternatività delle nuove misure rispetto alla fruizione dello specifico congedo parentale COVID e le condizioni previste dal decreto “Cura Italia”. Ne potranno fruire i genitori con figli di età inferiore a 12 anni, limite di età che non si applica in riferimento ai figli con handicap grave iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale. Inoltre, occorre che l’altro genitore non sia percettore di NASpI ovvero di altro strumento di sostegno al reddito, né essere disoccupato o non lavoratore alla data della domanda.

 

Possono accedere ai Bonus coloro che non hanno presentato la domanda per la prestazione di bonus baby-sitting, con possibilità che venga riconosciuto un importo pari ad un massimo di 1.200 euro ovvero di 2.000 euro; nonché coloro che abbiano già fruito di tali bonus per un importo massimo di 600 euro ovvero di 1.000 euro, a seconda del settore di appartenenza. Gli interessati possono effettuare una nuova richiesta di bonus per ottenere l’importo integrativo del precedente, senza tuttavia superare gli importi massimi previsti, pari a 1.200 euro o 2.000 euro. In tal caso, verrà erogato l’importo residuo tenendo in considerazione quanto già percepito, con la possibilità di continuare a fruire del bonus per servizi di baby-sitting mediante il Libretto Famiglia, oppure scegliendo i centri estivi e i servizi integrativi per l’infanzia.

 

 

Gli Uffici del Patronato ITAL UIL sono a disposizione degli interessati per fornire le informazioni e l’assistenza necessarie per la presentazione delle domande in via telematica all’INPS.