UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
UILWEBTV

Semplificazione delle procedure di pagamento delle prestazioni

02/04/2020

 

 

Dal prossimo 10 aprile, non è più prevista la compilazione e la trasmissione dei modelli AP03 (riscossione pensione a mezzo Istituti di credito), AP04 (riscossione pensioni attraverso Poste Italiane), nonché i modelli SR163 e SR185 (riscossione prestazioni non pensionistiche). Peraltro né Poste Italiane e gli Istituti di credito sono più tenuti alla loro validazione.


Lo rende noto l’INPS, con la circolare n. 48 del 29 marzo 2020, in considerazione dello stato emergenziale COVID-19 e della conseguente necessità di ridurre gli spostamenti dei cittadini.

 

Tali innovazioni sono adottate al fine di semplificare le procedure inerenti la riscossione delle prestazioni, misura peraltro sollecitata dal Ce.Pa all’Istituto nei giorni scorsi.

 

In particolare, l'INPS utilizzando un sistema telematico di scambio dati con Poste Italiane e con gli Istituti di credito incaricati dei servizi di pagamento ha avviato l'implementazione delle proprie procedure al fine di assicurare la coerenza tra i dati identificativi del titolare della prestazione (pensionistica e non) con quelli dell'intestario/cointestario del conto/libretto deposito; etc...

 

Le misure messe in atto (servizi di titolarità dell'IBAN, in caso di prima liquidazione, e del servizio di allineamento dell'IBAN, nel corso del pagamento delle rate successive alla prima liquidazione), hanno validità anche per le prestazioni non pensionistiche.