UIM UIL

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
terzomillennio.uil.it

IndennitÓ ISCRO 2023: invio delle istanze on line fino al 31 ottobre

18/05/2023

 

 

Dallo scorso 8 maggio è nuovamente attivo il servizio telematico INPS per la presentazione delle domande di Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa (ISCRO). Il servizio rimarrà disponibile fino al 31 ottobre 2023.


Lo comunica l’INPS con il messaggio n. 1636/2023.


Istituita in via sperimentale per il triennio 2021-2023 dalla Legge di Bilancio 2021, la misura ICSRO - ovvero l’Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa - spetta ai soggetti iscritti alla Gestione Separata INPS che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo e che rientrano in determinati requisiti (per saperne di più, leggi la scheda ITAL).


L’accesso alla prestazione ISCRO è ammesso una sola volta nell’arco del triennio 2021-2023.


Non potranno, pertanto, beneficiare dell’indennità ISCRO per l’anno 2023 i lavoratori che hanno già fruito della medesima prestazione per l’anno 2021 o per l’anno 2022 e coloro che sono decaduti dal diritto all’indennità (riconosciuta per l’anno 2021 o per l’anno 2022) pur non avendo beneficiato della prestazione per tutte le sei mensilità legislativamente previste.


Viceversa, l’istanza di ISCRO 2023 potrà essere utilmente presentata sia da coloro che non hanno mai fatto richiesta sia da coloro che, pur avendo presentato richiesta nelle precedenti annualità (2021 e 2022), non hanno avuto accesso alla prestazione perché la domanda è stata respinta e/o la prestazione è stata revocata all’origine dall’INPS.


Per quanto riguarda, invece, la verifica dei requisiti reddituali da far valere per richiedere il contributo (ovvero, aver dichiarato nell’anno precedente la presentazione della domanda, un reddito da lavoro autonomo inferiore a 8.972,04 euro e aver prodotto un reddito da lavoro autonomo inferiore al 50% della media dei redditi percepiti nei tre anni anteriori all’anno precedente a quello della richiesta), viene precisato dall’INPS che, in sede di presentazione della domanda, l’interessato deve autocertificare i redditi prodotti per ciascuno degli anni di interesse, salvo che gli stessi non siano già a disposizione dell’Istituto.


Come e quando presentare domanda di ISCRO. I soggetti interessati dovranno presentare la domanda entro il 31 ottobre 2023 e al riguardo possono essere assistiti dal Patronato ITAL, rivolgendosi alla sede più vicina.

 

Contattaci, trova la sede >>> 

 

 

 

(Foto © Michael Nivelet - stock.adobe.com)