UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
terzomillennio.uil.it

Pubblicato in GU il Decreto Aiuti: indennitā una tantum di 200 euro

23/05/2022

 

Il 17 maggio scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto “Aiuti” n. 50/2022 recante “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina”.


Nell’ambito degli interventi in materia di lavoro, pensioni e servizi ai cittadini il decreto ha introdotto il riconoscimento di un’indennità straordinaria una tantum di 200 euro in favore di lavoratori dipendenti, pensionati e altre categorie di soggetti.


Tale indennità, erogata una sola volta a partire dal mese di luglio 2022, sarà corrisposta anche a coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza, ai disoccupati che avranno ricevuto la Naspi/Discoll nel mese di giugno 2022, ai percettori di disoccupazione agricola, ai titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.), ai lavoratori autonomi occasionali, ai lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, dello spettacolo, agli incaricati alle vendite a domicilio e ai collaboratori domestici.


Non solo, hanno diritto all’indennità anche i titolari di prestazioni assistenziali e di invalidità civile.


Le modalità e i requisiti per ottenere l’indennità straordinaria di 200 euro variano a seconda dei soggetti destinatari.


L’erogazione della prestazione non avverrà per tutti in automatico, alcuni soggetti dovranno presentare apposita richiesta all’INPS. Si tratta in particolare dei lavoratori domestici, dei co.co.co, dei lavoratori autonomi occasionali, degli stagionali, a tempo determinato e intermittenti, dello spettacolo e degli incaricati alle vendite a domicilio.

 

 

Per avere maggiori informazioni sull’indennità una tantum, in attesa delle indicazioni da parte dell’INPS, a cui è affidata la gestione delle domande e la modalità di erogazione del beneficio, rivolgiti a una sede del Patronato ITAL (clicca qui)

 

 

 

(Foto © hcast - stock.adobe.com)