UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
UILWEBTV

Decreto "Ristori bis": congedo covid e bonus baby sitting

16/11/2020

 

 

Congedo straordinario e bonus baby-sitting, per i genitori lavoratori nelle regioni rosse, in caso di sospensione della didattica in presenza delle scuole secondarie di primo grado. Il decreto “Ristori bis” interviene con ulteriori aiuti destinati al sostegno delle famiglie, dei lavoratori e dei settori produttivi coinvolti dalla seconda fase dell’emergenza epidemiologica da Covid.

 

Tra le varie misure messe in campo, il decreto Ristori bis n. 149 del 9 novembre 2020 prevede per i genitori lavoratori dipendenti delle zone rosse, in caso di sospensione della didattica in presenza delle scuole secondarie di primo grado e nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile, la possibilità di fruire del congedo straordinario con un’indennità pari al 50% della retribuzione.

È prevista, inoltre, per i genitori di alunni delle suddette scuole e nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto, la possibilità di beneficiare di un bonus baby-sitting del valore complessivo di 1000 euro. Il bonus è rivolto agli iscritti alla Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, o iscritti alle gestioni speciali dell'assicurazione generale obbligatoria, e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. Il bonus non è riconosciuto per le prestazioni lavorative rese dai familiari.

 

Sono previste particolari disposizioni nel caso di figli con disabilità grave.

 

Nel testo del nuovo decreto sono state proposte, in sostanza, le misure già adottate durante la prima fase della pandemia, con la differenza che queste ultime approvate si riferiscono alle aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità e riguardano i genitori lavoratori che hanno figli che frequentano le classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado.

 

 

Il Patronato Ital fornisce tutela e assistenza agli interessati per l'invio delle domande all'INPS.

 

 

 

(Foto @BillionPhotos.com stock.adobe.com)