UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
UILWEBTV

Decreti Min.Lavoro: rivalutazione prestazioni economiche INAIL

13/09/2019

 


Il Ministero del Lavoro ha pubblicato i Decreti del 2 agosto 2019 concernenti la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale, pari a 1,1%, con decorrenza 1° luglio 2019, per i settori industria, compreso quello marittimo, agricoltura e medici radiologi.


Riportiamo di seguito alcuni degli importi.


Per il settore industria la retribuzione media giornaliera risulta pari a euro 78,83, la retribuzione annua minima è di euro 16.554,30 e la retribuzione annua massima di euro 30.743,70. Si precisa che le rendite ai superstiti di lavoratori dell’industria deceduti dal 1° gennaio 2014 sono calcolate sul massimale di euro 30.743,70 (legge di stabilità 2014).


Sono indicati, inoltre, gli importi dell’"assegno per l’assistenza personale continuativa" di euro 545,02, e dell’assegno “una tantum” ai superstiti, elevato a euro 10.000,00 dal 1° gennaio 2019, per entrambi i settori industriale e agricolo, e gli importi degli assegni continuativi mensili per il settore industria e agricoltura.


Per i componenti lo stato maggiore della navigazione marittima e della pesca marittima, il massimale della retribuzione annua è stabilito, rispettivamente, in euro 44.270,93 per i comandanti e capi macchinisti, in euro 37.507,31 per i primi ufficiali di coperta e di macchina e in euro 34.125,51 per gli altri ufficiali.

 

Per il settore agricoltura la retribuzione annua convenzionale per la liquidazione delle rendite per inabilità permanente e per morte è fissata in euro 24.981,61. La retribuzione annua convenzionale per la liquidazione delle rendite dirette e a superstiti in favore dei lavoratori autonomi di cui all’art. 205 del T.U., o loro superstiti è di euro 16.554,30 pari al minimale di legge previsto per i lavoratori dell’industria.

 

La retribuzione annua da assumersi a base per la liquidazione delle rendite a favore dei medici colpiti da malattie e da lesioni causate dall’azione dei raggi X e delle sostanze radioattive, e da loro superstiti, nonché delle prestazioni a queste collegate, è fissata in euro 61.385,80.