UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
ANF
UILWEBTV
Laborfin

Soggiorno all'estero dei lavoratori: cosa fare in caso di malattia

10/12/2018

 

 

Cosa deve fare un lavoratore in caso di assenza dal lavoro per malattia mentre si trova temporaneamente all’estero?

 

Lo spiega l’INPS nella Guida appositamente predisposta sulla certificazione di malattia per i lavoratori aventi diritto alla specifica tutela previdenziale, quando l’evento si verifichi durante un soggiorno fuori dall’Italia.


L’Istituto chiarisce che per ricevere la prestazione economica è necessaria la certificazione medica contenente tutti i dati ritenuti essenziali dalla normativa italiana (intestazione, dati anagrafici del lavoratore, prognosi, diagnosi di incapacità al lavoro, indirizzo di reperibilità, data di redazione, timbro e firma del medico).


La certificazione deve essere rilasciata nel rispetto della legislazione del paese in cui si trova il lavoratore il quale, anche se soggiorna all’estero, è tenuto comunque a rispettare le fasce orarie di reperibilità per le visite di controllo al fine di verificare l’effettivo stato di incapacità lavorativa.

 

Con riferimento al Paese estero, vengono distinte le tre diverse casistiche:

- evento di malattia insorto in Paese estero facente parte dell’Unione Europea;
- evento di malattia insorto in Paese estero che abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia;
- evento di malattia insorto in Paese estero che non abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia.

 

La guida, infine, ricorda ai lavoratori cosa fare nel caso in cui intendano recarsi all’estero durante la malattia, per non perdere il diritto alla tutela previdenziale: darne comunicazione all’INPS che effettuerà una valutazione medico legale per accertare che non vi siano rischi di aggravamento conseguenti allo spostamento.  Nei casi di trasferimento in Paesi extra UE, deve inoltre verificare la sussistenza di migliori cure e/o assistenza che il lavoratore potrà ricevere nel Paese estero e rilasciare conseguentemente l’apposita autorizzazione. I lavoratori dovranno anche comunicare l’indirizzo estero al fine di consentire eventuali visite di controllo.


È disponibile per consultazione la Guida dell’INPS “Certificazione di malattia per i lavoratori aventi diritto alla specifica tutela previdenziale che soggiornano temporaneamente in un Paese estero”
 

Guida sulla certificazione malattia estero (pdf 282kb)